allevamento labrador retriever

Ti diamo il benvenuto!

Siamo Giovanni, mia moglie Fortunata e mia figlia Giulia. Tutti e tre ci dedichiamo all’allevamento amatoriale di Labrador Retriever chocolate e neri di Villa Juliet,

Tutto ha inizio nel 2012, quando abbiamo adottato la prima cucciola di Labrador nero di nome Rosalina....

Articoli dal blog

allevamento labrador retriever

Offriamo protezione per il tuo Labrador

Per proteggere il tuo Labrador, puoi richiedere il servizio di assicurazione per il tuo cane offerto da Allianz Ultra per gli animali domestici. Ci occupiamo noi di compilare le pratiche assicurative intestate direttamente al proprietario del cucciolo.

Il programma assicurativo ricopre:

·        Responsabilità per danni a terzi (persone, animali o cose) fino a 1.000.000 euro

·        Spese sanitarie: interventi chirurgici, ricoveri, visite, esami, fino a 5.000 euro

Il programma assicurativo è valido per 12 mesi, con rinnovo automatico.

FAQ

Le risposte che stavi cercando.
Il Labrador Retriever è tra le razze canine più intelligenti, docili e vivaci. Per questo è facilmente addestrabile per molte attività, come il salvataggio in mare, recupero tra le macerie, riporto, fiuto antidroga e antiveleni, accompagnamento di ipovedenti, agility, ecc. È anche incredibilmente affettuoso, equilibrato e giocoso. Ama l’esercizio fisico e non tollera la solitudine. Di per sé non è mai aggressivo. La sua socievolezza con gli altri animali e con l’uomo non ha eguali. Se vuoi saperne di più, ti invitiamo a leggere l’articolo dedicato al Labrador Retriever
Le colorazioni di Labrador Retriever ammesse dallo standard sono solo tre: il chocolate (fegato, marrone o cioccolato), giallo (miele, crema, biondo o fox-red) e nero.
Un Labrador Retriever è un cane di media taglia e cresce fino ai 2 anni circa. La femmina può arrivare a pesare intorno ai 30 kg, mentre i maschi sui 35 kg. Il Labrador può vivere in media 12-14 anni.
Il Labrador Retriever perde il pelo circa 2 volte l’anno. Spazzolarlo una volta al giorno aiuterà a evitare che si disperda negli ambienti. Tuttavia, è pur sempre un cane, non un soprammobile. Perciò, scordati di avere il pavimento perfettamente lucido!
Alla consegna, insieme al vostro cucciolo con il microchip e le pratiche per il rilascio del Pedigree, vi forniremo la cartella con la documentazione sanitaria ufficiale dei genitori e il libretto sanitario in cui saranno riportati tutti i trattamenti fatti dal veterinario fino a quel momento.
È preferibile di no, poiché il viaggio in aereo o in nave potrebbe stressare parecchio il cucciolo. In linea generale, ci sono delle limitazioni di peso che variano da compagnia a compagnia. L’animale domestico può essere trasportato con il proprietario indicato nel documento di identificazione. Il proprietario ha l’obbligo di viaggiare con il certificato di avvenuta applicazione del microchip, il libretto sanitario, il certificato di avvenuta vaccinazione antirabbica e il Pet Passport. Ti consigliamo di leggere l’articolo su come poter richiedere il passaporto per gli animali da compagnia.
Il Pedigree è il certificato di iscrizione all’albero genealogico della razza, riporta l’elenco dei titoli di bellezza ottenuti e dei gradi di esenzione dalle patologie. Ma non solo: afferma che chi ha allevato il cucciolo ha svolto un’attenta selezione prima della riproduzione. Insomma, è un importante documento che attesta la purezza della razza. Pertanto, potrà partecipare ai campionati di bellezza e diventare un futuro partner per la riproduzione. Attenzione però: il Pedigree non può mai garantire né l’esenzione dalle principali patologie di cui in genere soffre la razza, né la futura bellezza del cucciolo adottato. Il rilascio del Pedigree da parte dell’ENCI richiede quasi sempre diversi mesi.